Segnalazioni ed appuntamenti | Museo Regionale Emigrazione Piemontese | Frossasco

Scorciatoie per la navigazione accessibile

Menù delle applicazioni costituenti il sito


Segnalazioni ed appuntamenti

Eventi, scadenze, date, incontri

Giustizia, roba da ricchi

Venerdì 5 maggio, il Circolo dei Lettori di Frossasco, con la collaborazione del nostro Museo, presenterà il libro di Elisa Pazè, dal titolo “Giustizia, roba da ricchi”. L’evento, che inizierà alle ore 20,45, avrà luogo presso la nostra sede.

Il saggio può a buon diritto essere definito come un feroce pamphlet contro le iniquità del sistema penale italiano, che tratta con indulgenza i reati commessi da ricchi e potenti mentre persueguita con maggior rigore ladruncoli, piccoli spacciatori, migranti.


Giornate con Enrico Calamai

Da giovedì 29 settembre a sabato 1 ottobre il Museo Regionale dell’Emigrazione dei Piemontesi nel Mondo ospiterà Enrico Calamai, vice-console italiano a Buenos Aires durante gli anni della dittatura militare argentina. Data la portata storica della sua azione, la rilevanza del suo impegno nella difesa dei diritti umani, la serie di incontri ricopre un ruolo di primo piano nell’ambito dei festeggiamenti per il decennale della nostra struttura.

Enrico Calamai è ricordato come “lo Schindler di Buenos Aires” perché rischiò in prima persona per ritrovare, mettere in salvo e far espatriare quasi cinquecento persone, vittime o potenziali vittime della repressione dittatoriale argentina. Dopo l’esordio consolare in Cile, terminato a seguito del golpe di Pinochet, il giovane diplomatico italiano venne trasferito in Argentina nel 1973, dove assunse la carica di vice-console. Nel marzo del 1976 la giunta militare prese il potere e iniziò una durissima campagna repressiva nei confronti degli oppositori politici. All’epoca la speranza era solo la fuga; tanti argentini di origine italiana cercarono aiuto nel consolato, privi di soldi, di mezzi e, soprattutto, di documenti, ma la volontà di Calamai non si piegò ai voleri di quel sanguinoso regime.

Calamai ancora oggi è attento al tema dei “nuovi desaparecidos”, ossia delle decine di migliaia di profughi che scompaiono nel loro tragitto verso condizioni migliori di vita. Tale impegno è pienamente condiviso dal Museo che, partendo dalla storia degli emigranti piemontesi, anche da quella dei moltissimi giovani che oggi lasciano la nostra terra, volge lo sguardo alle nuove forme di migrazione, nella consapevolezza che tale fenomeno non si presenta più in modo episodico, ma è ormai pienamente strutturale nella vicenda umana del XXI secolo.

Programma dell’iniziativa

Venerdì 30 settembre
  • Ore 10,30: Incontro con le scuole secondarie di primo grado di Frossasco.
  • Ore 20-20,30: Scoprimento della scultura bronzea raffigurante il volto di Papa Francesco.
  • Ore 20,30-22,00: II Museo Regionale dell’Emigrazione dei Piemontesi nel Mondo incontra il Console Calamai; ore 22-22,30: domande ed approfondimenti.
Sabato 1 ottobre
  • Ore 10,30: Il Console parlerà su questioni legate alle Migrazioni ai giovani delle scuole secondarie di secondo grado di Pinerolo presso l’auditorium del Liceo Scientifico “Marie Curie” di Pinerolo.

Documenti scaricabili

È possibile scaricare il programma completo dell'iniziativa e le locandine dedicate ai singoli incontri nella sezione documenti.

Presentazione del Libro "Northadammas", di Fabrizio Griffa

Domenica 7 agosto, alle ore 18,00, il Museo ospiterà la presentazione del libro "Northadammas", scritto da Fabrizio Griffa. Non sarà la classica presentazione, ma piuttosto uno spettacolo con un reading del viaggio che gli emigrati italiani facevano sul finire dell’Ottocento, accompagnato da canzoni dell’epoca (suonate dal vivo con piano e voce) e dalla proiezione di immagini del tempo. L'evento rientra nell'annuale Sagra degli Abbà, promossa dalla locale Proloco con il patrocinio del Comune di Frossasco.


Progetto "2015-2018: quattro anni per la pace"

Da sabato 28 maggio a domenica 5 giugno, il Museo dell'Emigrazione ospiterà le mostre "La Grande Guerra attraverso le copertine di Achille Beltrame su 'La Domenica del Corriere' 1915-1918" e "Pinerolese e Pinerolesi nella Grande Guerra", quest'ultima a cura di Gian Vittorio Avondo e Valter Careglio.

Orari:

  • sabato 28 maggio: 18-19
  • domenica 29 maggio: 10,30-12 e 16-18,30
  • giovedì 2 giugno: 10,30-12 e 16-18,30
  • sabato 4 giugno: 16-18,30
  • domenica 5 giugno: 10,30-12 e 16-18,30